Trend Hunters

Tiramisù mon amour: 5 modi inaspettati di gustare il dolce al caffè più amato al mondo

Guarda la Gallery
Trend Hunters

Dalla classica ricetta tradizionale dei “6 ingredienti” ad abbinamenti insoliti con il tartufo e impasto della pizza: ecco cinque versioni di tiramisù che (forse) ancora non conosci, in cui il caffè è sempre protagonista

Piemonte e Veneto ne rivendicano la creazione e difficilmente si troverà una quadra su chi ha inventato il tiramisù, il dolce che rappresenta l’Italia e a cui è dedicata addirittura una giornata internazionale: il 21 marzo.
Quella tra le due regioni è però una battaglia dolce che si combatte a colpi di cucchiaini immersi in questo dolce cremoso, soffice e scioglievole che non ha nessuna intenzione di sparire dai menu di ristoranti, pasticcerie e caffè di tutta la Penisola.  

Gli ingredienti sono pochi e semplici, uova, mascarpone, cacao, zucchero, savoiardi e naturalmente lui, il caffè, il vero protagonista di questo dolce al cucchiaio che ha fatto la storia dei dessert italiani 

Il tiramisù, che pare trovare le sue prime origini intorno alla fine degli anni ’60, è un dessert da fine pasto, ma anche un dolce da pomeriggio e, udite udite, qualcuno lo gradisce anche a colazione. Effettivamente è sempre il momento giusto per un buon tiramisù, noi ne abbiamo selezionati 5 da provare almeno una volta nella vita: da quello più classico che (pare) seguire l’unica vera ricetta originale fino a quelli più creativi con gli ingredienti più insoliti. Li trovate nella gallery e, spoiler, uno è fatto con l’impasto della pizza.  

Scopri di più
01 / 05

La ricetta originale del premiato tiramisù di Camelia Bakery a Treviso

In occasione del Tiramisù Day, durante la Tiramisù World Cup del 2022, Camelia Bakery di Treviso ha vinto il primo premio come migliore tiramisù secondo la ricetta originale. Linda, a capo della pasticceria, propone infatti un tiramisù tradizionale secondo un’antica ricetta di famiglia. “Il mio tiramisù non ha segreti dal punto di vista degli ingredienti, sono i 6 classici: savoiardi, caffè, tuorlo, mascarpone, zucchero e cacao”, racconta a The Blender. “Ancora oggi lo prepariamo fresco ogni mattina con la stessa passione di un tempo, facendo scoprire ad ogni assaggio il vero gusto della nostra tradizione”. Ma a rendere speciale questo tiramisù sono alcuni dettagli come l’uso dello zucchero di canna e la miscela Prontissimo! Intenso Caffè Lavazza, che ha un’altissima qualità di caffè 100% arabica.

Il disciplinare del tiramisù di Treviso dice che non si usano albumi nella ricetta tradizionali: il segreto che rende ogni tiramisù diverso è legato alle dosi (che non vengono mai rivelate) e la qualità degli ingredienti usati. Un’altra cosa che lo rende unico, qui a Treviso, è il fatto di poter degustare il premiato tiramisù anche passeggiando perché viene preparato all’interno di vasetti compostabili perfetti per il take away. “Ho scelto la qualità e la sostenibilità, il biologico e gli ingredienti sani, come quelli che si utilizzavano quando ero piccolina. Ho voluto offrire quello che anch’io vorrei trovare quando cerco bellezza e genuinità̀” conclude Linda. 

Un’ultima curiosità: il tiramisù di Camelia Bakery è anche personalizzato con delle scritte in dialetto veneto, servito o venduto in coppette da due porzioni. Mastega ben! 

02 / 05

Il tiramisù al tartufo di chef Roberto Di Pinto

“Facciamo il Tiramisù con nocciola e tartufo preparando un biscuit da inzuppare nello specialty blend Noble Volcano di 1895 Coffee Designers by Lavazza, che mi ha colpito fin dal primo assaggio”. Così lo chef Roberto Di Pinto racconta a noi di The Blender la sua versione del tiramisù che propone nel suo ristorante in Alta Langa, l’Orangerie by Di Pinto presso il Relais Le Due Matote. Il profilo aromatico del caffè in questione, per le sue note di nocciola, cioccolato e caramello, diventa così un ingrediente essenziale per questo piatto signature dello chef. 

Siamo in Piemonte e qui il tiramisù è una faccenda seria, per questo, lo chef vuole ingolosirlo ancora di più con due prodotti nobili del territorio: la crema di nocciole centenarie di Bossolasco e il tartufo. Un abbinamento azzardato, ma vincente, adatto ai palati più curiosi.

Uniamo la crema al mascarpone, che spumiamo nel sifone, poi aggiungiamo la spolverata finale per concludere in bellezza: cacao rosso e tartufo nero” aggiunge lo chef.  

03 / 05

Casa e Bottega: il tiramisù che fa crock è tutto romano

È a Roma che si può trovare questo originale tiramisù dal twist croccantino. Da Casa e Bottega, il bistrot romano aperto da colazione a cena, c’è un corner dedicato, dove si possono acquistare i tiramisù al bicchiere ideati dalla pasty chef Loretta Fanella, nei formati medio e grande, e ora anche in versione shot, che si chiama !

Il punto forte di questa versione è proprio la consistenza: siamo abituati alle texture soffici del tiramisù, ma qui si può trovare in un’inedita versione. Un croccante cuore di cioccolato, che a contatto con il cucchiaino sprigiona il delizioso caffè espresso presente al suo interno, bagnando il savoiardo che è sotto. Nello specifico si tratta della miscela Kafa, un caffè Arabica 100% monorigine Etiopia, molto pregiato, raccolto a mano a 2000 mt di altezza e sottoposto a un processo di tostatura lenta, dall’approccio acido al palato e dalle note floreali, che ben si sposano con il cioccolato della cialda e la crema al mascarpone del tiramisù.

È un piccolo peccato di gola, che può funzionare come accompagnamento al caffè. Un piccolo momento di piacere che va bene a qualsiasi ora, dalla colazione alla merenda, oppure per chiudere in dolcezza un pranzo o una cena racconta la proprietaria di Casa e Bottega, Luna Basaia 

04 / 05

Il tiramisù con l’impasto della pizza di Dry Milano

Dry Milano è conosciuto per il pairing pizza e cocktail, ma anche il loro tiramisù ha qualcosa di speciale. Da anni impegnato nel recupero delle materie prime per ridurre al minimo lo spreco alimentare, il team di Dry Milano usa l’impasto della pizza avanzato per realizzare il “biscotto” del loro personalissimo tiramisù. Si chiama Drymisù ed è composto da una classica crema al mascarpone, tuorlo d’uovo, zucchero, Marsala e, al posto di utilizzare i savoiardi o altri tipi di biscotto, cuociono al vapore i panetti di impasto per la pizza e li glassano con cioccolato fondente e caffè Lavazza Gran Café Paulista, 100% Arabica naturale con Cereja Passita che dona sentori di miele.

Viene composto utilizzando i nostri cubotti di impasto, cotti prima a vapore e poi ripassati al forno, quindi, in questo caso immersi nel caffè espresso e cioccolato. Il tutto da unire con la classica crema al mascarpone” ci racconta Edris Al Malat, bar manager del locale.

Con cosa si può abbinare? Il nostro consiglio è di provarlo con un South Express, ovvero un signature cocktail al caffè preparato, tra gli altri ingredienti, anche con caffè espresso e sciroppo di mozzarella, utilizzando “l’acqua di recupero della mozzarella”, come racconta Edris, in piena filosofia no waste del locale. Una delizia da provare! 

05 / 05

Tiramisù nella moka, il dolce ad alta quota di I.Gloo a Sestriere

Quello di I.Gloo, sky bar and food situato nel cuore di Sestriere, è un tiramisù decisamente singolare che trova la sua idea in un grande classico del caffè: la moka. “Il Tiramisù nella moka nasce per gioco, ci siamo immaginati questo dolce servito direttamente nella macchinetta del caffè che tutti conosciamo”, ci racconta Massimo.

I savoiardi sono tuffati direttamente nella miscela Lavazza La Reserva de ¡Tierra! Brasile, sinonimo di eccellenza e sostenibilità perché caffè provenienti da comunità coinvolte in progetti di responsabilità sociale, promossi e gestiti dalla Fondazione Lavazza. 

Il tutto è poi accompagnato dalla classica crema di mascarpone, tuorlo, panna e zucchero. Ma non è finita qui, il Tiramisù nella moka viene arricchito da una golosa fonduta di cioccolato e liquore di whiskey irlandese e crema di latte versata direttamente sul dolce.

Una chicca? La moka in questione, dove viene servito lo speciale tiramisù, è proprio Carmencita, l’iconica caffettiera Lavazza dal design ispirato alla moka del 1979. 

Leggi anche

  • Trend Hunters

5 brioche da provare a colazione almeno una volta nella vita

Da Crioche™ a La Carla, dalla Cremacotta al Crubik e allo Special-One: cinque proposte irresistibili, che rendono unico il momento della colazione.

Solo su

Trend Hunters

Condividi le tue passioni attorno a un caffè? Hai un locale? Vuoi scambiare con noi le tue idee? Contattaci e parliamone!

contact us contact us contact us contact us contact us contact us contact us contact us contact us contact us contact us