Trend Hunters

Croissant sfera, fluffy pancakes e cappuccini colorati: 7 colazioni instagrammabili e dove trovarle

Trend Hunters

Tutti parlano di cornetti flat e croissant sfera, ma dove si trovano le colazioni più popolari su TikTok e Instagram?

C’era una volta il passaparola. Tra vicini di casa, amici e colleghi ci si scambiava recensioni sui ristoranti, alberghi, mete di villeggiatura e a un certo punto, se il rapporto era intimo e consolidato, arrivava anche la ricetta di nonna scritta a mano. Poi vennero i social e con loro i content creator che, pur non conoscendoci, si impegnano giorno dopo giorno a scovare i luoghi più “instagrammabili”, le ricette infallibili e, più di recente, gli indirizzi di bar e pasticcerie dove fare colazione con bevande e dolci così originali da meritare una foto sul feed.

Dal cornetto flat al cappuccino colorato, fino al recentissimo croissant a sfera, sui social la colazione di tendenza è colorata, golosa e inaspettata. Ecco una guida delle colazioni più popolari e soprattutto dove trovarle.

Lavazza Estro, il cappuccino colorato

Partiamo subito con qualcosa di nuovo, che ha le carte in regola per conquistare i palati e gli obiettivi dei trend hunter della colazione è il cappuccino colorato.
Colori pastello, aromi delicati e ingredienti che strizzano l’occhio ad una prima colazione divertente e, appunto, colorata. Estro Ruby ed Estro Golden sono la risposta a chi ama ampliare le proprie esperienze di gusto e vuole dare un twist al tanto amato cappuccino con prodotti innovativi e con aromi naturali di frutta che esaltano il sapore del caffè.

Ruby ha l’aroma dei frutti di bosco e anche grazie alla presenza della barbabietola è di un rosa tenue che si abbina alla perfezione al color nocciola di una brioche (o cornetto o croissant? Scopri qui le differenze!).
Golden, aroma mandorle e vaniglia, è giallo come l’estate. Per un contenuto potenzialmente virale, basta sistemarlo sul tavolo accanto a una caprese al cioccolato

Dove bere il cappuccino colorato Estro Ruby ed Estro Golden: California Bakery Milano, Bologna e Serravalle e Università Bocconi Milano

Il croissant Sfera

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Farmacia Del Cambio (@farmaciadelcambio)

Alla faccia di chi crede che chi nasce croissant non può diventare sfera farcita con crema di Gianduia, tempo di uno scroll ed è già in cima alle tendenze della colazione. La Sfera è arrivata nel menu di Farmacia Del Cambio con la primavera 2024 per arricchire le geometrie della proposta viennoiserie assieme all’ormai celebre croissant Cubo.
La forma perfetta è il frutto di mesi di ricerca e prove, che nel gergo della pasticceria vogliono dire immagina, dosa, impasta, riposa, stendi, e poi inforna, fai intiepidire, quindi assaggia e poi… ricomincia daccapo fino a che ogni passaggio è definito al minimo dettaglio e il risultato garantito.

Dove mangiare il croissant Sfera a Torino: Farmacia Del Cambio – Piazza Carignano 2

Smash croissant e cornetti flat

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da CasaManfredi (@casamanfredi)

Come sarebbe il mondo se i cornetti fossero piatti?
Per quanto sembri assurda, qualcuno si è posto la domanda e ha creato non una, ma due versioni sottili di croissant e cornetto.
Il cornetto flat ha conquistato fama mondiale molto velocemente forse più grazie al tam- tam degli indignati pasticcieri che hanno urlato allo scandalo. Per appiattirlo, il cornetto viene schiacciato prima di essere cotto, frustato dunque nella sua lievitazione in forno.
Il cornetto flat si serve guarnito solo per metà da creme a scelta che vanno dal classico cioccolato, al caramello salato, al tè matcha.
Lo smash, invece, è un croissant tagliato a metà, scaldato e quindi schiacciato in una piastra per poi essere farcito con affettati, verdurine, salse e formaggi.
Perché tanta fatica? Per avere un toast non toast, caldo fuori e a temperatura dentro. Un’esperienza gustativa che un tradizionale croissant salato farcito non riesce a dare e un’estetica curiosa, da fotografare.

Dove assaggiare gli smash croissant a Roma: Casa Manfredi – Viale Aventino 91/93

Ugly Cake

Le chiamano, inspiegabilmente, Ugly Cake (letteralmente torte brutte) perché puntano tutto sulla loro forte personalità.
Le ugly cake non si piegano alle regole della perfetta pasticceria e anzi osano con glasse dai colori saturi abbinate a contrasto, tanti ciuffetti di panna e messaggi ironici e taglienti.
“L’età avanza, la torta no”, “Vado a farne un dramma e torno” o “Raga, io non me la sento”, sono solo alcune delle dediche scritte con il frosting colorato, segno distintivo delle torte con uno degli hashtag tra i più popolati dei social.
Il gusto di tanto colorato temperamento è a discrezione del committente o del pasticciere. Le ugly cake possono essere a base di classico pan di spagna o di carrot cake e anche per la farcitura le possibilità sono infinite con crema pasticciera o diplomatica, al pistacchio o ai frutti di bosco. Ugly, ma buone.

Dove assaggiare la Ugly Cake a Napoli: Piterà – Via S. Pasquale, 30

Fluffy pancake

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da PANFUWA (@panfuwa)

Chi la vuole sferica, chi piatta, chi colorata, chi ironica… la colazione virale è anche sofficissima.
I fluffy pancake giapponesi non hanno nulla a che spartire con i classici americani. Sono più alti, più soffici, più leggeri, più farciti di creme e topping, perfino più simpatici con quel loro modo un po’ budinoso di svettare nel piatto e poi basta uno sguardo per sentire il bisogno di assaggiarli. Vengono serviti con burro e miele, oppure frutti di bosco e panna, crema di pistacchio, ma anche salmone e avocado, crudo e squacquerone. Nati per essere virali.

Dove si trovano i fluffy pancake a Milano: Panfuwa – Via Vetere, 7

New York Roll

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Gusto Madre (@gustomadre)

Battezzati The Suprême dal suo creatore Scott Cioe, chef di Lafayette Grand Café & Bakery di New York, sono noti anche come Cromboloni ovvero croissant-bomboloni.
I New York Roll, da non confondere con i maki dei ristoranti giapponesi, si preparano con una pasta croissant francese arrotolata su sé stessa, farcita di crema e guarnita con i topping più diversi. Hanno conquistato subito i palati d’Oltreoceano, ma in breve tempo hanno sconfinato per arricchire le vetrine di bar e pasticcerie di mezzo mondo diventando virali per la fragranza dell’impasto, la ricchezza della farcitura e la spiralica fotogenia.

Dove fare colazione con i New York Roll ad Alba: Gustomadre – Piazza Michele Ferrero 2/A

Cornetto ischitano

Virale sui social oggi, ma con una storia lunga circa 70 anni.
Il cornetto all’ischitana è nato proprio nell’isola vulcanica del Golfo di Napoli. All’inizio era un cornetto briosce farcito con crema e amarena, che veniva servito anche all’ora di cena, poi la ricetta è stata perfezionata aggiungendo la pasta sfoglia e una doppia lievitazione.
Risultato? Un cornetto a due colori che si trova ovunque nei bar dell’isola e in tanti locali campani e che sta conquistando anche il Nord in una variante XXL.
L’ischitano merita di essere aggiunto tra i buoni motivi per fare un tour lungo le coste di Napoli e Salerno non fosse altro che per vantarsi di aver cavalcato il trend nella sua terra di origine.

Dove trovare il cornetto ischitano a Salerno: Caldarelli Dolce e Salato – Via Velia, 2

Solo su

Trend Hunters

Condividi le tue passioni attorno a un caffè? Hai un locale? Vuoi scambiare con noi le tue idee? Contattaci e parliamone!

contact us contact us contact us contact us contact us contact us contact us contact us contact us contact us contact us